20 ottobre 2018

Atelier Emé con Jasmine Pradissitto

In occasione del Salone del Mobile di Milano Atelier Emé ha intrapreso una collaborazione con l’artista britannica Jasmine Praddisitto.

Atelier Emé con Jasmine Pradissitto 1

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità”

Atelier Emé con Jasmine Pradissitto 2 Atelier Emé con Jasmine Pradissitto 3 Atelier Emé con Jasmine Pradissitto 4 Atelier Emé con Jasmine Pradissitto 5

MILANO-Jasmine si definisce una “pittrice che scolpisce con la luce”. Usando principalmente materiali di scarto l’artista è infatti famosa per le sue sculture definite “Quantum”; ispirate alle forme della natura. Le creazioni, basandosi su processi scientifici e ingegneristici del colore, cambiano forma e visione a seconda della prospettiva da cui si guardano.

Giochi cromatici che regalano allo spettatore esperienze uniche e di grande impatto. Per Atelier Emé – in occasione del Salone del Mobile 2018, ieri lunedì 16 aprile- l’artista ha creato delle sculture di farfalle, che hanno decorato le vetrine della boutique milanese del brand- in Via Manzoni.

Grazie ai materiali usati e a un sapiente gioco di luci le farfalle -tutte lavorate in dimensioni differenti-  cambiavano colore a seconda della posizione dell’osservatore. Inoltre si proiettavano sui capi Atelier Emé e sulle pareti un delicato arcobaleno di colori.

Un linguaggio- quello di Jasmine Praddisitto – da sognatrice, come lei stessa si definisce, perfettamente in linea con il brand Atelier Emé, che veste da sempre le donne di veri e propri sogni nel loro giorno più importante e nelle occasioni speciali.

Il bianco ottico- colore must dell’abito da sposa – diventa per la pittrice britannica la tela vergine su cui dipingere con la luce delle sue sculture, diventando così un vero e proprio quadro d’artista.

Jasmine Praddisitto è nativa di Tauton (Inghilterra)

Ha padre italiano e madre francese. Nel 1993 si diploma al Goldsmiths College di Londra in Arte e Design, e nel 2006 si laurea in belle arti al Sir John Cass di Londra. Sin dall’inizio della carriera Jasmine è molto interessata anche all’ingegneria e alla scienza e cerca di trasportare questi mondi anche nelle sue opere d’arte essendo profondamente convinta del 21esimo secolo gli artisti hanno il dovere di rappresentare il mondo a 360°. Fra le sue esibizioni più prestigiose si ricordano quella del 2008 all’Alpan Gallery di New York, nel 2012 al Palazzo delle Prigioni di Venezia, nel 2015 al The Art Pavilion di Londra e nel 2017 al SciArt Centre di New York. Le opere di Jasmine sono esposte, fra gli altri, al Tokyo Art Museum in Giappone, alla Federetion Tower di Mosca, e all’Hove Museum di Brighton.

Redazione Fashion – A cura di: S. Morandin (Studio Errani)

 

6330870381451092UA-56317664-1