22 agosto 2018

Igiene intima: non va mai in vacanza

“Parola all'esperto”, ascoltando le sue opinioni, consigli e riflessioni, oggi incontriamo Luciana D’Antonio, dottoressa presso la farmacia Semper Fidelis a Viganello

Leggici anche su tio.ch: "Primo d'agosto con il battello tribuna ed i fuochi d’artificio sul lago"

Le rubriche di fashionchannel.ch: “SALUTE E MEDICINA”

SPONSORED CONTENT

VIGANELLO-Banali gesti e soprattutto disattenzioni posso provocare fastidi e irritazioni alle parti intime. Ci siamo rivolti al nostro esperto per capire come prevenire e soprattutto i rimedi

Prima di partire è consigliata una visita in farmacia?

Il sole , il mare, la spiaggia sono tutti elementi fondamentali per il benessere psico-fisico se affrontati nel modo corretto, dunque prima di mettersi in viaggio e abbandonarsi al relax delle vacanze bisogna preparare la valigia e dei suggerimenti mirati possono fare la differenza. Non serve mettere in valigia tanti medicinali “per precauzione”, ma è molto meglio portare con sé pochi farmaci, che siano adeguati alle proprie esigenze e al paese di destinazione. A proposito dei disturbi femminili, i più comuni al mare interessano principalmente l’apparato genitale ed urinario, si tratta soprattutto di cistite, vaginite e candida, senza dimenticare la stipsi, la diarrea, l’eritema solare e le scottature.

Vediamo insieme come prevenire e curare i disturbi più frequenti così da poter trascorrere le proprie vacanze senza insidie e scocciature!

Andare in vacanza si ma un occhio particolare all’igiene intima?

Le parti intime femminili sono molto delicate e, se trascurate, possono essere soggette a moltissime infezioni. Le infezioni vaginali non vanno mai trascurate, perché acute, spesso sono la causa prima di irritazioni, pruriti e disturbi anche molto gravi.

In estate la cistite è più frequente, perché si suda di più e l’alta temperatura favorisce una maggiore presenza di batteri nelle urine. Anche i bagni e l’abitudine di indossare a lungo i costumi bagnati possono favorire l’insorgenza di questa infezione.

È un disturbo piuttosto frequente nelle donne, si tratta di un’infezione batterica localizzata a livello della vescica e dell’uretra e si verifica perché la conformazione anatomica dell’apparato urinario e genitale femminile, diversamente da quella dell’uomo, fa sì che i patogeni risalgano più facilmente dall’intestino all’uretra, andando a contaminare le vie urinarie.

Inoltre l’orifizio uretrale femminile è vicino allo sbocco dell’intestino , di conseguenza i germi infettivi passano facilmente dall’intestino alla vescica , ecco perché un valido aiuto è rappresentato dall’utilizzo di probiotici specifici per l’apparato femminile, sia per via orale sia per via vaginale, e prodotti che rinforzino il sistema immunitario come l’Echinacea.

Uno tra i primi consigli che posso suggerire è quello di non trattenere l’urina troppo a lungo in quanto produce ammoniaca che può portare a bruciori restando a contatto con la mucosa vaginale, inoltre questo gesto porta difficoltà nel saper gestire la minzione normalmente.

Poi è fondamentale curare l’igiene intima quotidiana con detergenti appositi a base di malva, timo, calendula che rispettino il pH vaginale a seconda dell’età, per le donne in età fertile è preferibile scegliere detergenti a Ph più acido , mentre per le donne in menopausa e le bambine sono adeguati detergenti a Ph neutro.

Un altro valido aiuto è l’utilizzo di biancheria intima in cotone e possibilmente bianca in modo da favorire una corretta traspirazione evitando sudorazione .

Inoltre è indispensabile aumentare le difese immunitarie con degli integratori che

abbiano proprietà antibatteriche ed antinfiammatori quali , il mirtillo rosso e l’uva ursina da assumere per tutta la durata delle vacanze, da abbinare a tisane a base di equiseto che aiutano a drenare i liquidi, favorendo l’espulsione dei batteri.

Il costume può essere un’insidia?

La regola,appena usciti dall’acqua, è quella di cambiarsi immediatamente il costume, onde evitare che la sabbia si attacchi all’indumento bagnato. Il binomio “sabbia & umidità” è deleterio per la pelle perché la predispone ad infiammazioni ed irritazioni .Poichè il freddo agisce da vasocostrittore , di conseguenza le mucose della vescica non vengono adeguatamente irrorate e le cellule immunitarie non riescono a catturare eventuali agenti patogeni, dunque è fondamentale cambiare spesso il costume da bagno per tenere più asciutta possibile la zona ed evitare la comparsa di infezioni.

Perché è importante l’attenzione alla sabbia e a dove ci si siede?

I FUNGHI SONO AMICI DELL’UMIDITÀ !!! Sulla sabbia calda è improbabile contrarre funghi e micosi perché il sole disinfetta e sterilizza. Più facile, invece, è incappare in questi problemi nei bagni, sotto la doccia, ricordate: indossate sempre le ciabatte, o sulla battigia, perché l’umidità favorisce la loro proliferazione. In conclusione: è bene evitare trascorrere troppo tempo seduti in riva al mare e passare intere giornate sulla battigia con addosso il costume sempre bagnato .

Per concludere un ultima riflessione per trascorrere una vacanza senza pensieri?

Direi che è fondamentale mettere in valigia un consiglio utile per la salute ed il benessere in vacanza, dunque suggerisco ai cittadini di venire in farmacia prima di partire, per assicurarsi di avere tutte le informazioni e consigli pratici che renderanno le loro vacanze non solo piacevoli ma anche e soprattutto sicure.

Analizzeremo insieme l’itinerario, la durata, il tipo di viaggio, le attività che si intendono effettuare e tutte le possibili problematiche connesse, offrendo una consulenza sul viaggio dal punto di vista sanitario, prevenendo così rischi più o meno importanti per la salute che è sempre meglio conoscere prima di partire!

Questo redazionale è stato scritto in collaborazione con la Farmacia SemperFidelis di Viganello

Company profile
La Farmacia Semper Fidelis di Viganello che quest’anno festeggia il suo ventiseiesimo anno di attività, è da sempre sinonimo di competenza e dedizione. Diretta inizialmente dallo stimatissimo Dott. Michele Bordoni e dal suo collega il Dr. Lorenzo Zappelloni, fu rilevata da quest’ultimo nel 1995 e fu ribattezzata con l’attuale denominazione a sottolineare massimo impegno e abnegazione, al fine di curare al meglio le esigenze del cliente e renderle sempre prioritarie anche con il trascorrere del tempo. Oggi la farmacia è gestita dalla Dott.ssa Luciana D’Antonio che con entusiasmo e professionalità, oltre a mantenere saldi i pilastri che hanno reso la Farmacia Semper Fidelis un punto di riferimento nel settore, continua a privilegiare orientamenti naturali, omeopatia, fitoterapia e l’utilizzo dei fiori di Bach. Per info clicca qui

Redazione

6330870381451092UA-56317664-1