21 ottobre 2017

Le antichissime scuole di massaggio dell’Estremo Oriente

L’Estremo Oriente è la culla delle più antiche tecniche di massaggio della storia. Quali sono e cosa prevedono le diverse scuole di pensiero.

Le rubriche di fashionchannel.ch: “SALUTE E MEDICINA”

LUGANO-L’Estremo Oriente è la più ancestrale culla delle antichissime teorie fisiche. Ogni scuola e corso di massaggio fa ampio riferimento alle tecniche e agli insegnamenti degli approcci filosofici e metodologici di Cina, India, Giappone e le discipline olistiche del mondo asiatico sono ancora oggi la guida più brillante nel settore dei trattamenti terapici del corpo.

Tui Na – Cina
Il Tui Na è l’approccio al massaggio proprio della nobile e antica scuola cinese.Codificato nel 2.600 a. C., ma esistente in forma orale già da secoli prima, il Tui Na è con ogni probabilità la disciplina fisica più antica della storia. Esso si basa sul concetto di energia interiore, il Qi. Nella concezione cinese (e comune anche alle altre scuole dell’Asia), la malattia è vista come mancanza di equilibrio tra entità corporea e spirituale, secondo una visione olistica propria di tutte le scuole dell’Estremo Oriente.
Le tecniche manipolative del Tui Na sono complesse, utilizzano un approccio dinamico e non sono mai stare codificare in maniera ufficiale. Esse prevedono l’utilizzo di dita, palmi, gomiti e avambracci.

Thai – Thailandia
Figlio della filosofia cinese e fortemente influenzato anche dalla scuola indiana e giapponese, il massaggio Thai fu codificato dal medico indiano Shivago Kumar Baj, discepolo di Siddharta, già nel V secolo a. C.
Alla base della filosofia Thai vi è la visione tripartitica della coscienza umana, suddivisa in energia originaria ereditaria, energia intersessuale e prana. Quest’ultima è l’unica istanza recepibile a livello del corpo e scorre all’interno di meridiani definiti Sen. All’interno di ogni individuo scorrono oltre 70.000 canali energetici, connessi tra loro attraverso i 10 sen principali.
Attraverso le complesse tecniche di massaggio Thai, viene manipolato il prana, permettendo al ricevente di ristabilire l’equilibrio tra corpo e mente. Il massaggio Thai è uno dei più complicati e si basa su manipolazioni elaborate eseguite con il ricevente disteso per terra, senza utilizzare alcun olio.

Shiatsu – Giappone
Lo Shiatsu giapponese può essere considerato un diretto discendente del Tui Na cinese. Furono infatti i monaci buddhisti giunti nel Sol Levante nel VI secolo a permettere la nascita e la diffusione di una teoria fisica in Giappone. Il trattamento nipponico si basa sull’idea che la manipolazione serva a innescare un meccanismo di autoguarigione da parte del ricevente (ukè). Il massaggiatore (torì) è colui che favorisce il processo di autoguarigione, ristabilendo l’equilibrio dell’energia vitale (Ki). Le tecniche di massaggio Shiatsu si basano su manovre statiche e rilassanti eseguite in particolare tramite digitopressioni ma, spesso, sono impiegati anche gomiti, avambracci, ginocchia e talloni.

Redazione: fashionchannel.ch

6330870381451092UA-56317664-1