23 febbraio 2018

Moda e bellezze: Alessia Cazzaniga

Anche se molto giovane, Alessia, studentessa di Milano, ha le idee molto chiare sul suo futuro, il mondo della moda é vissuto come un vero e proprio lavoro, ma prima di ogni altra cosa esiste la scuola

Le rubriche di fashionchannel.ch: “MODA E BELLEZZE, alla scoperta di giovani talenti, modelle/i, fotomodelle/i”, un reportage da non perdere

Nella foto: Alessia Cazzaniga

Alessia,  quando hai cominciato a fare la fotomodella e perché?

“Ho iniziato da un anno a questa parte  ormai, la mia prima volta, ossia il mio debutto in assoluto e’ stato una vera e propria sfilata da RED CARPET .
La moda, sia attuale, sia d’altri tempi, tra eleganza e raffinatezza mi ha sempre affascinata,  fin da piccola. Sono cresciuta con mia nonna che e’ stata un’abilissima sarta e che mi ha insegnato a prendere in mano ago e filo fin da subito, e anche a dar spazio alla mia creativita’.  Mia madre e’ stata indossatrice da giovane, mi ha trasmesso il gusto per la classe e l’eleganza negli outfit… e il resto e’ parte dei miei interessi, come tutte le ragazze giovani della mia eta’ amo lo shopping, mi diverto a creare mix curiosi,  prendo spunto da ogni stilista per il quale ho finora sfilato e gioco con colori e gli abbinamenti. La moda e’ una passione, spero di poterla coltivare anche in futuro, naturalmente affiancandola ad altre attivita’ lavorative, magari ad essa connessa. Studio lingue, ne parlo 4 di cui inglese a livello madrelingua, la moda ti permette di viaggiare.. sicuramente uniro’ l’utile al dilettevole…”

Più modella indossatrice o ballerina?

“Punto sempre in alto, in ogni ambito (specialmente nello studio – che ‘ il mio lavoro principale!)  ma se proprio devo scegliere,  devo ammettere che la passerella e’ la mia piu’ grande ambizione, soprattutto perche’, a detta di molti, ho proprio un fisico molto asciutto adatto alle sfilate . E avendo solo 16 anni conto di crescere ancora qualche centimetro per raggiungere quell 1,78 che e’ l altezza perfetta per calcare i red carpet più ambiti…a piccoli passi verso dove vorrà portarmi il mio destino, io ci metto tutta la volontà possibile, poi si vedrà.
La Possibilità di essere anche fotomodella e’ comunque una bellissima alternativa alla catwalk, e ho posato molto spesso per vari shooting sia in studio che outdoor.. devo ammettere che sono sempre esperienze fantastiche, si impara da ogni fotografo professionista che ti ritrae,  e l’obbiettivo cattura delle immagini di te… penso di avere una fotogenia adatta ma lascio giudicare a chi di competenza. Ballerina lo sono stata per anni, da quando avevo 5 anni fino ai miei 14 ho fatto anni e anni di danza classica e moderna…”

Tre cose che non sopporti… e tre cose che invece vorresti esistessero..?

“Non sopporto la maleducazione,  la superficialità e l’approssimazione  in ogni ambito, la mancanza di rispetto tra le persone e l’eccessiva arroganza di chi si sente sempre gia’ arrivato… mentre vorrei che ci fosse piu’ empatia tra gli esseri umani , piu’ solidarieta’ tra la gente”

A tuo avviso, qual è il più grande pregio e quale il tuo più grande difetto?

“Ritengo che i miei pregi più significativi siano l’impegno costante, assiduo e profuso che ripongo in ogni nuova avventura io decida di intraprendere, mettere sempre tutta me stessa in ogni cosa che faccio per me è un must, ma soprattutto mostrare agli altri solo ed esclusivamente me stessa, senza maschera alcuna, a volte esibendo anche i miei innumerevoli difetti…il primo dei quali e’ proprio, a volte, la pigrizia… quando mi prende me ne faccio avvolgere in toto e quindi mi trasformo in un orsetto in letargo… Un altro mio difetto spesso è l’indecisione ma quando mi accade ho al mio fianco un’ottima consigliera, mia madre, che è sempre pronta a donarmi il suo appoggio e io ad ascoltare i suoi consigli. Poi prendo le mie decisioni, mai affrettate”

Cosa sogni di fare da grande?

“Spero di continuare a lavorare in questo campo, ma desidero allo stesso tempo diplomarmi col massimo dei voti. Dopodiché mi attende l’estero, vorrei trascorrere un anno in Inghilterra o negli Stati Uniti per diventare un’abile interprete, dato che la mia massima ambizione è svolgere questo lavoro al livello più alto, per esempio essere un’interprete parlamentare. Per ora il mio livello in inglese è quasi madrelingua e non a caso frequento un liceo linguistico. Non escludo neppure la possibilità di fare l’università all’estero”

Tre libri che porteresti su un’isola deserta?

“Sicuramente  3 libri che nulla hanno a che vedere con la scuola (già ce ne impongono moltissimi), pertanto spazierei tra i miei autori preferiti: Isabel Allende perché riesce a farti entrare nella storia col suo stile unico; Margaret Mazzantini, una scrittrice dalla penna tagliente…e il terzo lo lascerei al caso…”

Se dovessi scegliere tre aggettivi per descriverti quali sceglieresti?

“Molto sensibile (anche troppo!), cosi’ come troppo permalosa, ma anche estremamente critica (sia con me stessa che con gli altri) e con la mente aperta, curiosa, desiderosa di apprendere sempre”

 

Che cosa è la perfetta felicità?

“Quando la sera, smessi i panni della studentessa e /o  della modella posso sedermi sul divano con la mente libera, chattare con le mie amiche, vedere in tv la mia serie preferita, parlare del piu’ e del meno con mia madre…insomma…felicità è dove ci sono i miei affetti più cari, in questo caso la mia famiglia”

Oltre all’attività di fotomodella quali sono i tuoi interessi?

“Come già detto la scuola,  il teatro (ho vinto un corso durante un concorso ) , la musica, lo sport (specie l’equitazione e il nuoto che ho praticato per anni arrivando anche al pre-agonismo) , gli amici, e non da ultimo la buona cucina. Amo anche cucinare e so preparare buoni manicaretti. Se volete, invito voi tutti della redazione per un assaggio cosi’ mi dite cosa ne pensate di me in versione Chef!..”

Redazione: fashionchannel.ch – Scrive: Michele Alippi – Nella foto: Alessia Cazzaniga

6330870381451092UA-56317664-1