14 dicembre 2017

Nei guai Gucci: evasione miliardaria presunta

L'accusa sarebbe di avere "coperto" la propria attività societaria per evadere il fisco Italiano

Nei guai Gucci: evasione miliardaria presunta

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità”

SANT’ANTONINO – Gucci è sospettata di evasione fiscale. In una nota odierna, la casa di moda di proprietà del gruppo francese Kering ha confermato le notizie apparse nel fine settimana. La Guardia di finanza italiana ha effettuato delle perquisizioni nella nuova sede del marchio a Milano.

Dall’Italia al Ticino – Stando a quanto riferiscono i media italiani, l’accusa nei confronti dell’azienda è di avere “simulato” una sede all’estero e in particolare in Ticino, eludendo le tasse italiane sugli utili. Gucci, ricordiamo, ha è presente nel nostro Cantone dal 1996. Ha aperto negli anni un centro logistico a Sant’Antonino e una succursale a Cadempino (la Luxury Goods International Sa – Lgi). La società è il più grande contribuente della Svizzera italiana.

Importi miliardari – Stando a quanto trapelato finora, la Lgi genera da sola il 70% degli utili del gruppo Kering, pari a un miliardo di franchi annui. In una nota diffusa oggi il marchio afferma anche di voler «collaborare pienamente con le autorità», in particolare con la Procura di Milano, che ha avviato l’inchiesta. L’ipotesi degli inquirenti è che la maison abbia evaso le tasse per un miliardo e 300 milioni di euro.

Fonte: tio.ch

6330870381451092UA-56317664-1