Fotolia
SALUTE E MEDICINA
19.06.2019 - 16:000

Gli esperti di MedicAir ci spiegano perche' si russa di notte

Da semplice fastidio a campanello d’allarme, ecco i consigli degli esperti

Le rubriche di fashionchannel.ch: “SALUTE E MEDICINA”

MILANO – Quasi la metà della popolazione italiana adulta e in salute soffre di roncopatia, cioè il più comunemente detto russare notturno. Il 45% degli italiani, infatti, affronta quotidianamente questa problematica, che solitamente è soltanto un fastidio – più o meno frequente e disturbante – ma che in alcuni casi diventa un vero e proprio campanello d’allarme di altre patologie, alcune delle quali anche importanti.
Gli esperti di MedicAir, azienda leader nel settore dell’home care, spiegano le cause e i sintomi di questo disturbo, alcuni rimedi per sconfiggerlo e i casi in cui è opportuno fare analisi più specifiche.

I sintomi tipici della roncopatia, oltre al fastidioso rumore emesso mentre si dorme, sono sonnolenza diurna e improvvisi colpi di sonno (l’organismo, infatti, non è messo in condizione di riposare bene durante la notte) e forti cefalee.

Le cause del russare notturno sono di differenti origini: principalmente, il rumore tipico della roncopatia è dovuto a un’ostruzione del flusso d’aria durante la respirazione tramite le vie aeree superiori. Mentre l’organismo si rilassa dormendo, infatti, il cavo orale e la cavità nasale si restringono, costringendo così il flusso d’aria ad aumentare in velocità e pressione.
Questo fenomeno, che può comparire in caso di un’irregolare conformazione anatomica, è aggravato nel caso di patologie respiratorie, da semplici raffreddori fino a tonsilliti o patologie di più importante entità. 
Può peggiorare in caso di alimentazione scorretta e utilizzo di sigarette.
I vasi sanguigni del collo e del capo vengono danneggiati dalle vibrazioni prodotte dal russare, indebolendosi progressivamente sempre di più nel corso del tempo: per questo motivo è necessario consultare un medico e ricorrere al più presto a una cura per la roncopatia anche in assenza di malattie più gravi.

I rimedi al russare notturno sono molti: un consulto medico saprà stabilire quelli più indicati per ciascun caso. 
In assenza di ulteriori specifiche patologie, per risolvere la roncopatia potrebbe essere sufficiente un miglioramento nello stile di vita: interruzione del consumo di sigarette, riduzione degli alcolici, perdita di peso in eccesso, attività fisica regolare.
In caso, invece, il russare dipenda da altre patologie (ad esempio alcune malattie cardiovascolari che non permettono un’adeguata ossigenazione del sangue), sarà naturalmente necessario intervenire su quest’ultime.

Redazione Medicina

Potrebbe interessarti anche
Tags
roncopatia
caso
patologie
esperti
medicair
notte
russare notturno
© 2019 , All rights reserved