Magazine
24.09.2018 - 06:220
Aggiornamento 08:23

Formazione – corsi per onicotecnici

Le rubriche di fashionchannel.ch: “BEAUTY” la rubrica che indaga, consiglia e crea idee di bellezza a 360° con le ultime novità MENDRISIO – Oltre dieci anni (…)

Le rubriche di fashionchannel.ch: “BEAUTY” la rubrica che indaga, consiglia e crea idee di bellezza a 360° con le ultime novità

Formazione - corsi per onicotecnici Formazione - corsi per onicotecnici 1 Formazione - corsi per onicotecnici 2 Formazione - corsi per onicotecnici 3

MENDRISIO – Oltre dieci anni fa sono entrata nel circuito delle competizioni internazionali, prima come partecipante – vincendo in modo assoluto anche le rinomate Nailympics di Londra (nel 2009 si chiamavano ancora così), selezionandomi sul podio più alto, dell’ambita divisione 3 (Master) – e successivamente come giudice di gara, poi direttrice di giuria e infine organizzatrice. Proprio in questo periodo sto preparandomi ad affrontare una nuova sfida: un nuovo format, creato da me, per la rinomata competizione internazionale, Aestetica Nails Challenge, che si svolgerà a Napoli il 10-11-12 novembre, durante la Fiera Aestetica, Mostra d’Oltremare (www.aestetica.it).

E spero di avere fra gli iscritti anche molti connazionali e soprattutto operatori di settore ticinesi (abbiamo dei professionisti molto più che preparati a queste competizioni!)

Molte sono le richieste di formazione che mi giungono e ho compreso che nel settore c’è molta confusione. C’é un’enorme differenza fra preparazione da gara e preparazione al lavoro da salone! Questo genera inevitabilmente confusione anche fra i clienti stessi, che, vedendo esposti trofei e medaglie, si illudono di trovare nel professionista delle competenze tecniche ineccepibili. La realtà è ben diversa: qualsiasi artista, specializzato nella micropittura, nell’aerografo e/o nella microscultura potrebbe potenzialmente vincere una competizione internazionale.

Differente é la competenza tecnica da salone, in cui un vero professionista deve essere in grado di saper trattare in modo personalizzato (e non “talis et qualis”) ogni cliente, definendo il lavoro da svolgere, che può essere modificato a dipendenza della struttura ungueale e dei suoi mutamenti, del tempo e da molti altri fattori.

Per potersi definire a pieno titolo onicotecnica, il percorso é molto lungo, non basta saper fare le “forme da salone” o delle “Nail art veloci da eseguire e portabili tutti i giorni”: serve una formazione costante, sia a livello pratico che teorico (e la teoria sulla chimicità dei prodotti, l’anatomia, l’igiene etc etc . Non è possibile insegnarla in pochi giorni di lezione, distribuiti in pochi mesi. Serve tanta pratica, formazione e dedizione.

Sempre più volto a prediligere formazioni di perfezionamento private/semiprivate per i moltissimi tecnici che esercitano in salone.

Resta dunque, ancora una volta al cliente, la capacità di saper scegliere al meglio, onde evitare amare delusioni, che potrebbero compromettere il benessere delle proprie unghie anche in modo permanente (vedi qui).

Questo redazionale è stato scritto in collaborazione con Hi-Tech Nails Nail Center di Mendrisio.

Company Profile – Hi-Tech Nails Nail Center di Mendrisio, rappresentato esclusivamente da pluricampionesse internazionali, é stato creato per soddisfare le necessità di ogni tipologia di clientela e problematica estetica relativa alle unghie.La filosofia multibrand di Hi-Tech Nails Academy, una fra le prime in Europa, è, in primo luogo di formare nail artist capaci ed estrosi, professionisti a 360°, qualunque marchio essi abbiano scelto per la propria carriera e qualsiasi obiettivo vogliano raggiungere, sia questo il lavoro in salone o la preparazione ai campionati nazionali e internazionali. Per info clicca qui

Redazione Beauty

Potrebbe interessarti anche
Tags
salone
formazione
mendrisio
nails
nail
hi-tech
post-gallery
lavoro
360°
beauty
© 2018 , All rights reserved