(foto di  Quentin Chevrier)
DANZA & BALLETTO
08.09.2021 - 18:000

La Compagnia Wang Ramirez torna a Torinodanza

In scena le acrobazie in 4 atti di “Parts” in prima nazionale

Le rubriche di fashionchannel.ch: “DANZA & BALLETTO” con la Direzione artistica di Michele Olivieri

TORINO – Un raffinato affresco in quattro atti che combina danza, arti visive e inedite sperimentazioni aeree per ricreare lo stupore di un’umanità in assenza di gravità. Dopo una breve apparizione nel 2020 con il celebre duo AP15, la compagnia Wang Ramirez, formata dalla strepitosa coppia coreana/tedesca/francese Honji Wang e Sébastien Ramirez, torna al Torinodanza Festival con la prima nazionale di PARTS, in scena giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18 settembre, alle 20.45, alle Fonderie Limone di Moncalieri. Il nuovo titolo riunisce quattro pezzi brevi – DIGILEGS, BEAUTIFUL ME, FLAG e WATER – che proiettano l’intreccio di culture e di stili proprio di Wang Ramirez verso originali dispositivi visivi, emotivi e sensoriali. Acrobati da circo su trampoli digitali, tessuti volanti sottilissimi che invitano alla contemplazione interiore, corpi in fusione con la materia, volteggi su specchi d’acqua che richiamano luoghi dell’inconscio. In una lucida magia dove gli interpreti sono ora burattini ora divinità manipolatrici, qualunque nozione di alto e basso viene cancellata. Non c’è più palco né spazio, solo un sogno affollato di visioni fluttuanti. 

“Con Parts – affermano Honji Wang e Sébastien Ramirez – la nostra prima ambizione era sviluppare forme artistiche e coreografiche al di là della configurazione classica per esplorare spazi non convenzionali, incontrare il pubblico e immaginare nuove collaborazioni. In questi frammenti la scenografia è molto più di un set, diventa un personaggio che interagisce con la performance stessa; una poesia astratta, o concreta, che lascia spazio alla riflessione, al tempo di una coreografia. Questa ricerca ci permette di approfondire il nostro rapporto con la luce e lo spazio, sfruttando al massimo le possibilità offerte dal lavoro aereo e dalla tecnica di manovra a cui siamo particolarmente affezionati”.

La creazione, che vede protagonista Sébastien Ramirez accanto alla danzatrice Mathilde Lin e al performer Simon Niyringabo, si avvale delle scene curate da Wang Ramirez con la partecipazione di Studio Constance Guisset, dei costumi di Anna Maria di Mambro, delle luci di Willy Cessa e della musica di Clément Aubry. 

Sotto la direzione dei danzatori e coreografi di fama internazionale Sébastien Ramirez e Honji Wang, coppia franco-spagnola-tedesca-coreana inseparabile nella vita e sulla scena, la compagnia Wang Ramirez, con sede a Perpignan, porta avanti dal 2007 una ricerca unica che abbraccia l’hip-hop sperimentale, la danza contemporanea e le arti marziali. Il loro linguaggio raffinato ed elegante poggia sul virtuosismo tecnico, messo al servizio della poesia e dell’umorismo, e sulla riflessione intorno alle relazioni umane. Insignita di prestigiosi riconoscimenti, fra cui due Bessie Awards, il Primo premio e il Premio del pubblico all’International Contemporary Dance Competition di Hannover, la compagnia ha collaborato con grandi artisti del mondo della danza, della musica, delle arti visive e del cinema quali Akram Khan, Rocío Molina, Sara Mearns, Madonna, Constance Guisset, Osgemeos, Hussein Chalayan e Andy Serkis. Nel 2016 Wang e Ramirez hanno diretto ed eseguito su commissione del Sadler’s Well Theatre di Londra una creazione a metà fra musica e teatro-danza per l’album Dystopian Dream di Nitin Sawhney. Fra i lavori più richiesti e acclamati dalla critica si ricordano Monchichi (2010), Borderline (2013), Everyness (2016), No. 1 (2017) e W.A.M. (2018).  

www.torinodanzafestival.it

A cura di Michele Olivieri (Direttore Sezione Danza)

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved