DANZA & BALLETTO
26.09.2022 - 20:000

“VeneziainDanza 2022”

Giunge alla XIV edizione il festival diretto da Michela Barasciutti Teatro Malibran dal 13 al 27 novembre (Venezia)

Le rubriche di fashionchannel.ch: “DANZA & BALLETTO” con la Direzione artistica di Michele Olivieri

VENEZIA – Si parte Domenica 13 novembre alle ore 17.30 con il prestigioso “GALA” a cura dello “Slovenian National Theatre Opera and Ballet Ljubljana”, con étoiles ospiti dal Teatro Marijnsky di San Pietroburgo.

Il cast è così composto: Anastasia Matvienko (Marijnsky), Denis Matvienko (Marijnsky), Tjaša Kmetec, Lukas Zuschlag, Nina Noč, Ana Klašnja, Petar Dorčevski, Kenta Yamamoto, Lukas Zuschlag, Filip Juric, Yaman Kelemet

Il programma include celebri variazioni e coreografie dal sapore internazionale:

“Pas d’Esclave” coreografia: José Carlos Martinez / musica: Ludwig Minkus / Interpreti: Ana Klašnja - Filip Juric 

“Beethoven Opus 73” / Coreografia: Renato Zanella / Musica: L.V.Beethoven / Interpreti: Nina Noč - Lukas Zuschlag 

“Elegy” / Coreografia: Lynne Charles / Music: Pyotr Ilyich Tchaikovsky / Interpreti: Yaman Kelemet  - Petar Dorčevski 

“La morte del Cigno” / Coreografia: Michel Fokine / Musica: Camille Saint Saëns / Interpreti: Anastasia Matvienko (Etoile)

“Great Gatsby” / Coreografia: Leo Muijc, Musica: Glenn Miller / Interpreti: Tjaša Kmetec - Kenta Yamamoto

“Radio and Juliet” / Coreografia: Edward Clug, Musica: Radiohead / Interpreti: Anastasia Matvienko - Denis Matvienko 

“Romeo and Juliet” / Coreografia: Renato Zanella, Musica: M: Prokoviev / Interpreti: Nina Noč - Kenta Jamamoto

“Empty Place” / Coreografia: Renato Zanella, Musica: Jon Hassell, Ballerini: Yaman Kelemet - Petar Dorčevski

“Walzer della Primavera” / Coreografia: Renato Zanella / Musica: Johan Strauss Jr. / Interpreti: Tjaša Kmetec - Lukas Zuschlag

“Adagietto” / Coreografia: Renato Zanella / Musica: M: Gustav Mahler/ Interpreti: Ana Klašnja - Filip Juric

 Si prosegue Domenica 20 novembre alle ore 17.30 con “InCompany (Kohln)” che presenta lo spettacolo “Serata BACH / BEETHOVEN - Marea1 – Marea2”

Marea 1 (Prima Nazionale)

I due protagonisti in scena, lottano con se stessi e la loro voglia di lasciare un segno indelebile nell’aria. Ognuno un cosmo tutto suo, un corpo, uno strumento, una macchina artificiosa. Questa coreografia creata sulla Ciaccona della Partita per violino n. 2 in re minore di J.S. Bach è un paesaggio, fisico, sonoro, immersivo e in movimento. Come in un caleidoscopio “etereo”, in una continua evoluzione di timbri e di colori, qua e là, il movimento complesso degli arti fende l’aria. Tutto invade lo spazio apparentemente vuoto, oscuro, dove muscoli, nervi e ossa in ogni loro intento imprimono tracce che sono ognuna diretta all’occhio dell’ altro, come a provocarne un continuo susseguirsi di bagliori di luce, invisibili.

Marea 2

Lìinstancabile spinta di Beethoven al rinnovamento artistico insieme alle idee tipiche della sua epoca considerata visionaria, conferiscono al suo lavoro un’energia apparentemente inesauribile, inarrestabile e incontrollabile come quello di una marea. Anche i danzatori - che vengono inondati dai flussi sonori dei frammenti della Sinfonia N.7 insieme alle nuove composizioni elettroniche di Stefan Bohne e Wolfgang Voigt - sono esposti a questa energia che testimonia ed evidenzia un cambiamento costante. Tutti gli interpreti intraprendono una ricerca di ciò che sono e di ciò che vogliono essere. Inizia così un viaggio giocoso e di scoperta dove gli schemi coreografici compositivi tradizionali vengono accettati e nuovamente scrollati di dosso, dove nuove informazioni ed esperienze creano nuove costellazioni dinamiche e coreografiche che si sovrappongono l’una sull’altra. Tutto e tutti travolti da una alluvione sonora e di movimenti che scorrono vibranti.

Coreografia / Idea Emanuele Soavi

Co-Coreografia, Dance e Performance Federico Casadei, Lisa Kirsch, Giacomo Luci, Taeyeon Kim, Nimrod Poles, Mihyun Ko, Lorenzo Molinaro, Musica / Nuova Composizione Johan Sebastian Bach, Ludwig Van Beethoven, Stefan Bohne, Wolfgang Voigt, Ashley Wright / Stage Design e Costumi Darko Petrovic, Heike Engelbert Mediazione e Coordinatrice Progetto Miriam Leysner Production Management Achim Conrad, Alexandra Schmidt Pubbliche Relazioni / Comunicazione Dr. Anne-Kathrin Reif Foto Joris Jan Bos

Una produzione di Emanuele Soavi incompany

In Coproduzione con Oper Köln, Duisburger Philharmoniker, TanzFaktur Köln

Con il Sostegno di Stadt Köln, Ministerium für Kultur und Wissenschaft des Landes Nordrhein-Westfalen, DIEHL+RITTER/TANZPAKT RECONNECT, Beauftragte der Bundesregierung für Kultur und Medien im Rahmen der Initiative NEUSTART KULTUR. Hilfsprogramm Tanz

Si conclude Domenica 27 novembre alle ore 17.30 con “Eko Dance Project” che porta in scena estratti da “La Bella Addormentata” su Coreografia di Mats Ek, musica Piotr Tchaikovsky

Estratti da “MESSIAHAENDEL” con la coreografia di Paolo Mohovich, musica G.F. Haendel

Eko Dance Project, sotto la guida di Pompea Santoro presenta una serata in cui il tema dell’amore e della bellezza sono al centro delle coreografie. La prima (Estratti da “La Bella Addormentata” - Coreografia Mats Ek), porta in scena un amore profano nel senso più umano del termine, un amore nato dalla sofferenza di una giovane adolescente e diventato dipendente e distruttivo che nulla condivide con l’archetipico amore sacrale ma tragicamente rispecchia un’umanità decadente e non empatica. “Messiahaendel”, creazione originale del coreografo Paolo Mohovich, MessiaHeandel presenta alcune immagini della storia sacra come se fossero dei quadri in un’atmosfera caravaggesca. Ruota intorno a quell’amore religioso che è rappresentato dal sacrificio salvifico fatto da Gesù per l’umanità intera, un amore quindi totale che abbraccia senza riserve e si autoimmola in modo completamente altruistico. Vengono presentati alcuni estratti corali unitamente ai passi a due di Maria e Giuseppe e della Maddalena e Gesù. Gesù rappresenta l’amore eterno, quello che salverà l’umanità.

EKO DANCE PROJECT nasce come esperimento spontaneo nel 2011 e si trasforma nell’Ottobre 2012 in un vero e proprio progetto dove Pompea Santoro celebra una preparazione sia classica sia contemporanea di altissimo livello. Il maestro Mats Ek ha ispirato Pompea per più di 30 anni e questo l’ha portata a elaborare un suo metodo per lo studio della danza classica. All’esperienza di Pompea si affianca quella del marito Veli Peltokallio, che con lei ha condiviso gli anni trascorsi in qualità di danzatori solisti e primi ballerini del Cullberg Ballet.

Eko Dance poggia quindi su solide basi artistiche e professionali da cui trae ispirazione per proporre nuovi percorsi educativi, per facilitare la fruizione della cultura, per divulgare e promuovere la danza tra i giovani, per offrire un’opportunità di crescita tecnica e artistica a tutti i giovani danzatori. Diventa così un’eccellenza italiana, che dal 2019 ha il sostegno e il patrocinio delle Regione Piemonte, riconosciuto come progetto di formazione di alto livello. 

Pompea Santoro è una delle danzatrici più importanti in ambito internazionale, che per 25 anni ha ballato nei più prestigiosi teatri del mondo, come solista e prima ballerina del Cullberg Ballet, famoso per il suo coreografo Mats Ek e per le eccezionali qualità tecniche dei suoi ballerini. 

Per informazioni e prevendite/Informations and presales:

Vela – Hello Venezia: 041 24 24

Prevendite/presales: Biglietteria Teatro la Fenice, Tronchetto, Piazzale Roma, Stazione Santa Lucia, Rialto, Piazza San Marco, Lido Santa Maria Elisabetta, Accademia, Mestre, Aeroporto Marco Polo, Dolo, Sottomarina

Vendite online / online sales:

http://www.teatrolafenice.it

Per informazioni / Informations:

Točnadanza – Tel. 041 8779 510 – mob. 329 920 30 57

e-mail: [email protected]

www.tocnadanzavenezia.com

 

A cura di Michele Olivieri (Direttore Sezione Danza)

Potrebbe interessarti anche
Tags
venezia
danza
musica
amore
novembre
interpreti
coreografia
renato
teatro
dance
© 2022 , All rights reserved