MODA/FASHION
12.12.2018 - 14:000

Moda inverno 18/19: Maison Braschi

Una mostra degli anni 70’ al MET di New York ispira una storia che dura da oltre 50 anni.

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità”

MILANO - The Glory of the Russian Costume Exhibition al MET di New York nel 76’ influenzò a tal punto la Sig.ra Kate Anna, moglie del fondatore Lorenzo Braschi, che da allora e ancora adesso rappresenta l’espressione più significativa della maison: un forte connubio tra atmosfere tipiche dell’aristocrazia russa e panorami moderni e visionari newyorchesi.
Il vento dell’Est spira con un impeto mai sperimentato prima sulla collezione Autunno Inverno 2018-19 Braschi, disegnando una donna che omaggia la Russia con uno stile sofisticato ed aristocratico e lo sguardo proiettato al futuro. Le nuove zarine interpretano la cultura, lo stile e il modo di vivere russo in maniera preziosa, rileggendo la bellezza che scaturisce da una memoria fastosa e intellettualmente forte.

Il dailywear ne rispecchia il temperamento concentrandosi intorno al colore, must della maison, che è quello della terra, il marrone, intenso e ricco di sfumature: i suoi toni cremosi interpretano i bikers in visone NAFA e coccodrillo; soddisfano le silhouette di cappotti con lavorazioni patchwork in martora e lince NAFA; deliziano i bomber e le mantelle in volpe, scaldate da sciarpe e cappelli.
Dress to colour: la tinta è protagonista dell’ispirazione sport couture e ne diventa la struttura passepartout declinandosi in 12 differenti sfumature di visone NAFA per intarsi e iconici pattern paisley che si incontrano sui parka, sui lunghi gilet e sui cappotti corti. Fourrures a piede libero che scendono dalle altitudini delle montagne per arrivare in città. Sempre perfette.
I ricami tradizionali di fiori balcanici e rose ordiscono trame sofisticate sviluppandosi con lavorazioni a intarsio in visoni e swakara, illuminando lunghi cappotti redingote, bomber over, giacche a doppio petto e gilet con bordature in volpe, da portare ad effetto con gonne in vinile. Il guardaroba per la sera è illuminato, il dress code pure.
Keith Haring attitude: il linguaggio dell’artista americano si mixa a improvvisazioni cromatiche a tinte forti amplificando la tecnica a intarsio con un tono ricercato, corollario perfetto di uno stile aristocratico e contemporaneo.

Da oltre 50 anni la pelliccia è, per la Maison Braschi, il centro di un nuovo linguaggio creativo, colto e moderno, nutrito dall’arte e ispirato alla femminilità delle nuove icone del cinema mondiale. Nel 1966 apre la prima boutique in Italia e nel 1976 inizia la corsa all’internazionalizzazione. Nel 2000 Maurzio Braschi, figlio di Kate Anna e Lorenzo Braschi, assume la direzione dell’azienda, continuando il percorso d’espansione. La signature della Maison si distingue per i capi unici, realizzati con i pellami più pregiati certificati NAFA e lavorati secondo il know-how artigiano della tradizione made in Italy.

Potrebbe interessarti anche
Tags
maison
braschi
nafa
moda
cappotti
stile
inverno
maison braschi
© 2019 , All rights reserved