MarcPointCollezioneDonna
MODA/FASHION
22.03.2021 - 14:000

La giacca trasformista che distrugge ogni cliché

"Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma". . Fu questa la legge naturale individuata da Antoine Lavoisier, scienziato e iniziatore della chimica moderna

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità

MILANO - Era il 1772. Sono passati quasi 250 anni ed eccoci qui, a parlare di scienza per analizzare (anche) la moda e a pensare che quella legge si adatta perfettamente al nostro nuovo mondo.

Un mondo in continua evoluzione, che marcia veloce, che ci chiede di essere sempre diversi, sempre pronti a modificare un pensiero, un progetto. E, anche, un outfit. Non possiamo avere guardaroba infiniti. Abbiamo chiuso l'armadio alla moda usa e getta, fatta per durare una stagione, per piacere lo spazio di qualche mese, per cadere nel dimenticatoio in tempi record.

La giacca trasformista di Marc Point Venezia è qui per ricordarcelo: è lei la "materia" che si trasforma, creando sempre nuove alchimie. È una giacca monopetto, chiusa da un solo bottone, con revers a lancia ma con volumi morbidi.
La sua essenzialità è solo apparente: nasconde un lavoro di sottrazione geniale e magistrale. La sua decostruzione è totale: non ha nessun sostegno interno, niente spalline, niente fodere, ma è scandita da tagli meticolosi che plasmano un fit perfetto e confortevole. È realizzata in cotone seersucker, compatto e fresco, che cade con un aplomb privo di rigore e una grazia anticonformista, e che è affiancato in questa avventura da interventi in morbida felpa (vedi la pratica tasca a marsupio di matrice sportiva in cui affondare le mani e il cappuccio rimovibile grazie a bottoni nascosti, con il quale proteggere il viso e farsi avvolgere da un'aura di mistero).

Grazie a questi particolari, che fondono lavorazioni e passioni artigianali senza tempo a esigenze contemporanee, la giacca di Marc Point Venezia è l'esempio perfetto di una emozionante poetica rétro-avant garde. Nera, eterna, può essere indossata in mille modi diversi, dall'alba a notte fonda, con capi classici, con gonne ampie, con culottes, con abiti sottoveste, con salopette e jeans. E trasformarsi, rinnovandosi sempre e sempre distruggendo ogni cliché.

Redazione Fashion

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved