Giulia_Mondolfi_coll_Catai
MODA/FASHION
09.09.2021 - 16:000

Alberta Florence presenta Catai

In occasione della Milano Design Week la designer Giulia Mondolfi presenta Catai, nuovo progetto di home decor realizzato con il brand Guri I Zi

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità

Sarà presentata in anteprima durante la Milano Design Week la collezione Catai dell’ atelier Alberta Florence di Giulia Mondolfi. Un progetto di home decor con protagonisti i tessuti classici dell’atelier, questa volta abbinati ai temi grafici delle stoffe realizzate a telaio dalle artigiane di Guri I Zi, per un originale omaggio all’Oriente. Quattro pouf, rigorosamente pezzi unici, che combinati fra loro prendono vita in un rimando di colori e fantasie che restituiscono le suggestioni tipiche delle carte da parati e dei vasi Ming.

Una citazione in chiave moderna e inedita delle cineserie del Settecento per una collezione realizzata interamente a mano. La struttura di ogni pouf è un telaio in legno rivestito di cotone bianco. I tessuti scelti sono cotoni e damaschi e a prevalere sono le tonalità del grigio, beige, rosso e viola. Tutti i pouf sono completamente sfoderabili.

“Per la nuova collezione ho scelto il nome con cui Marco Polo identificò la Cina settentrionale” dichiara Giuli a Mondolfi, “Volevo riuscire a trasmettere l’armonia e la compostezza dei temi decorativi delle cineserie del Settecento. L’energia di un mondo vicino alla natura, in parte onirico, non contaminato dalle distorsioni della civiltà moderna. Sono sempre più convinta che i ritmi incalzanti a cui ci ha abituato la nostra società e l’idea del profitto immediato ci abbiano allontanato dalle nostri radici culturali. Guardare al passato attualizzandolo credo sia la chiave per riappropriaci della nostra essenza, del nostro futuro, e anche di una certa felicità”. 

Ancora una volta al fianco dell’atelier Alberta Florence c’è una realtà come Guri I Zi. "È sempre bello dar vita a un progetto con Giulia Mondolfi - aggiunge Elena Galateri, fondatrice del brand milanese - creatività e sostenibilità, che da sempre accomunano i nostri brand, fanno sì che i manufatti realizzati non siano solo un ‘bel’ prodotto, ma diventino il simbolo di una storia, di una tradizione, di mani che lavorano, di donne che si realizzano, di una dignità ritrovata. Ecco allora che ogni oggetto acquisisce un significato, una ricchezza che articoli prodotti in serie non potranno mai avere."

Il settore del design arriva all’appuntamento 2021 della settimana milanese dopo un anno difficile, cosa vi aspettate da questa Milano Design Week? “Sono molto fiduciosa – risponde Giulia - Credo che da un punto di vista creativo questo ‘silenzio’ abbia fatto bene a noi designer, permettendoci di rallentare e allontanarci dalle logiche del mercato e dai condizionamenti. Abbiamo avuto l'occasione di essere più introspettivi e quindi creativamente più ‘puri’. Sono certa che sarà una Milano Design Week diversa, forse più vera e piena di perle da cui avremo molto da imparare”.  

Un’idea condivisa da Elena Galateri, che aggiunge: "Questa edizione della Design Week 2021 rappresenta un punto di ripartenza per il settore dell'arredamento d'interni e conferma Milano come fulcro vitale in questo ambito. Noi ci aspettiamo che nel corso dei prossimi mesi si possa tornare a un'attività continuativa che non subisca più brusche frenate e garantisca una solida base su cui costruire e incentivare il nostro Progetto".

Redazione Fashion

 

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved