Fotolia
SALUTE E MEDICINA
27.02.2019 - 12:000

Culto ossessivo del fisico

“Parola all’esperto”, ascoltando le sue opinioni, consigli e riflessioni, oggi incontriamo il Dott. Michele Mattia, psichiatra e presidente Asi-Adoc

Le rubriche di fashionchannel.ch: “SALUTE E MEDICINA”

LUGANO - Nella società attuale sempre di più è in aumento, particolarmente negli uomini, il desiderio e la ricerca di una fisicità perfetta, tonica, muscolosa. In genere sono persone sensibili, critici ed intolleranti verso qualsiasi piccola imperfezione.

A.S., imprenditore di trent’anni, attivo in Ticino, è entrato in una spirale della ricerca ossessiva di una perfezione fisica. Ha iniziato a passare sempre più tempo in palestra, nelle saune, nei wellness. Ha sviluppato una ricerca concitata per tutti i prodotti alimentari peculiari per raggiunere e mantenere la perfezione fisica.

Progressivamente nella sua vita vi è stata una compromissione delle diverse aree di funzionamento da quella lavorativa a quella sociale ed finanziaria. Ciò nonostante A.S. continua a sentirsi insoddisfatto per il proprio corpo, nonostante l’eccesso di tempo investito negli esercizi fisici e nell’alimentazione a discapito del lavoro e delle relazioni.

Dal lato psicologico coloro che sono affetti dalla vigoressia spesso utilizzano l’iperinvestimento nella ricerca di una massa muscolare perfetta, per compensare una struttura deficitaria di se stessi.

Gli elementi psicologici si fondano sulla bassa autostima personale e sul desiderio di essere accettati dalla società, attraverso il veicolo della massa muscolare significativa, piuttosto che attraverso la propia personalità. Fra i vari rischi vi è quello di un’evoluzione in un vero e proprio disturbo ossessivo-compulsivo.

Le persone affette da questo disturbo possono essere aiutate tramite un sostegno psicoterapico che possa sostenerli a ritrovare la propria autostima e la propria valorizzazione.

A cura di: Dott. Michele Mattia (psichiatra e presidente Asi-Adoc) 

Tags
ricerca
© 2019 , All rights reserved