MFW AI 20/21
26.02.2020 - 16:000

Quel vago sapore di anni settanta

Piero e Miriam Cividini progettando la nuova collezione A/I 20-21 hanno rovistato nella loro memoria ricuperando sensazioni estetiche vissute allora e trasferendole ed interpretandole in chiave moderna.

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Speciale Milano Fashion Week 2020 MODA AI 20/21"

MILANO - La moda ha dei corsi e ricorsi nella sua storia moderna, e spesso si richiama al passato ripescando stilemi, gusto dei colori, linee e tipo di tessuti che si rifanno ad epoche che hanno segnato dei passaggi di costume ed estetici fondamentali per l’evoluzione del gusto come conseguenza anche dei cambi culturali che sono occorsi. Ecco dunque un recupero del cover pesante per un approccio decisamente sportivo alla reinterpretazione di gonne pantaloni, spolverini avvolgenti, giacche e pantaloni. Non manca certamente il velluto che stampato in colori “acidi” tipici di quegli anni con micro disegnature ne interpreta lo spirito pur declinandolo in modo contemporaneo. I cappotti di linea maschile a doppio petto sia in drap di cashmere che in spigato di baby alpaca sono sicuramente un richiamo sottile al mood d’antan. Le camicie a disegni micro, geometrici, floreali o maculati e gli irrinunciabili patchwork ci portano veramente indietro nel tempo ma con la modernità della proporzioni over contemporanee.

Non mancano le gonne plissè in disegni di chiara ispirazione tartan ma opportunamente variante in colori attuali come pure stampate a fiorellini di campo “hippys”. Tessuti a pelo lungo in alpaca per tagliare giacche e parka dal vago richiamo militare. Gli abiti a patchwork di colori e di stampe, interpretano lo spirito di quel tempo ma con il tocco contemporaneo. La giacca rossa con spalla ben costruita in abbinamento a pantaloni ampi e fluidi in velluto stampato ripropone una tipica silhuette da borghese bohemienne. La gonna a portafoglio leggermente svasata viene rifatta sia in tinta unita di flanella che in patchwork di fantasie minimali. Gonne, pantaloni sono sempre abbinate a piccole maglie a coste mentre le maglie tricot dalle proporzioni generose si abbinano sia con pantaloni che con gonne plissè dove le fantasie la fanno da padrone.

Importanti sono i cappotti, giacche e caban in tessuto a taglio vivo che grazie alla costruzione particolare delle tasche assumono un aspetto leggermente marziale, ingentilito e reso femminile dall’uso di colori inaspettati per questo tipo di capi. Il jersey pesante viene utilizzato per abiti e gonne con “intarsi” in tessuto tecnico con il quale si tagliano anche parka e cappotti imbottiti dal sicuro aspetto militare.

Redazione Fashion

© 2020 , All rights reserved