Credit ph. Schneiders Salzburg Redingote
MODA/FASHION
14.03.2023 - 16:000

Redingote Schneiders: Shocking Pink o Viva Magenta?

Oggi il rosa shocking è ancora seducente ed intenso ma deve fare i conti con un rivale, un colore dirompente al punto da diventare protagonista dell'anno 2023, il Viva Magenta.

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità

MILANO - Fu Elsa Schiaparelli a battezzare nel 1936 il suo adorato Shocking pink con queste parole: «il colore mi si parò davanti agli occhi: brillante, impossibile, sfrontato, piacevole, pieno d’energia come la luce, tutti gli uccelli e i pesci del mondo; un colore proveniente dalla Cina e dal Perù, non occidentale; un colore “shocking”, puro e non diluito…».

È una scossa, un tuffo al cuore e caratterizza appieno la rendingote pensata da SCHNEIDERS SALZBURG per la primavera. 

La redingote del brand made in Salisburgo è come sempre perfetta nei tagli e nell’aplomb, come si conviene a un modello concepito da un’azienda storica, che da oltre 75 anni fa dei suoi capispalla l’emblema del suo know how in materia di eccellenza, sotto tutti i punti di vista. Ma non solo. La sua bellezza a 360 gradi, a dir poco irresistibile, risiede anche in due scelte speciali.

Prima di tutto il materiale, un suede premium dalla morbidezza esclusiva, leggero quanto una piuma, suadente: sembra quasi velluto. Poi, il colore coraggioso: il viva magenta (o lo Shocking pink amato da Schiaparelli?), che difficilmente passa inosservato ma che, con estrema naturalezza, si abbina facilmente con tutto, dal blu al nero ai naturali al rosa nude al bianco....

I dettagli, ovviamente, raccontano di un livello di artigianalità eccelso: la redingote è semisfoderata e ha interno felpato, è chiusa da bottoni a pressione nascosti e ha due tasche capienti e spacchi laterali che ne accentuano il coté casual, sebbene la sua raffinatezza sia al top.

Ha discreti ricami ton sur ton sul colletto e può essere indossata con o senza cintura, lasciando piena libertà di interpretazione a tutte le “Schiap” contemporanee esigenti e sofisticate, ma soprattutto estrose, audaci, fantasiose. 

Redazione Fashion

Potrebbe interessarti anche
Tags