MODA/FASHION
29.12.2020 - 16:000

Equilibrio, per Ermanno Scervino, è armonia di contrasti

Espressione di una visione personale che guarda in avanti custodendo attenzione al dettaglio e gusto della più squisita manualità, in una ricerca continua

Le rubriche di fashionchannel.ch: “Fashion, grandi nomi della moda, brand emergenti, tendenze e curiosità

MILANO - Una bellezza mai statica, mai chiusa in una formula, al contrario in costante divenire. Una bellezza che scaturisce da frizioni gentili: i pizzi più delicati abbinati ai boots robusti, oppure il tailoring mascolino che scolpisce una silhouette a clessidra sensuale e voluttuosa.

La tensione tra maschile e femminile è il primo principio della dinamica stilistica di Ermanno Scervino: un dialogo mercuriale e fluido che si concretizza in infinite permutazioni, in un continuo passaggio di tessuti sartoriali su silhouette muliebri, di pattern seducenti sul tailoring dal taglio preciso. I check e i galles, questa stagione, sono usati in allover su interi outfit: sui blazer allungati, i top, le gonne corte e i leggings, creando effetti di colorblock optical. Le giacche e i cappotti dalla linea irremissibile sono trasfigurati dell’animalier, dalla ricchezza tattile del velluto, mentre i cappotti e i caban dal sapore marina hanno volumi avvolgenti, cappucci nautici, dettagli pratici. Il piumino è indossato con il top guepiere e la gonna a tubo; il paletot over sull’abito a balze di pizzo.

Frange e ricami percorrono i pullover e l’outerwear di maglia. Pizzi, bouclè, tweed, chiffon, velluti si amalgamano con sapienza, creando contrappunti di texture che accompagnano un percorso cromatico pervaso dal bianco e dal nero, da soli o mescolati, con tocchi di giallo, di azzurro, di verde e lampi di maculato. Il risultato è una armonia di contrasti che celebra l’unicità della donna, la sua capacità di vivere il presente con consapevolezza ma senza nostalgie.

Redazione Fashion

© 2021 , All rights reserved