FASHION/CURIOSITÀ
14.05.2020 - 12:000

Laura Aparicio ha sfilato alla China Fashion Week

La designer colombiana Laura Aparicio ha presentato la sua AI20 nell’ambito della China Fashion Week, uno degli eventi di moda più importante dell’Asia, che per la prima volta sarà realizzata totalmente in digitale.

Le rubriche di fashionchannel.ch: “PEOPLE”, curiosità di moda, alimentazione, cultura, travel, wedding, cinema, tendenze e gossip”

MILANO - Originariamente in programma per lo scorso marzo, la China Fashion Week 2020 è stata posticipata a maggio a causa della pandemia, sempre con l'obiettivo di promuovere brand di moda e accessori sia internazionali sia nazionali. 

Insieme a lei altri 23 brand colombiani debutteranno virtualmente in Cina, grazie al supporto dell’Ambasciata Colombiana a Pechino e di Procolombia con un progetto che mostrerà attraverso immagini, bozzetti e video il meglio della moda di questo Paese. 

Luis Monsalve, Ambasciatore colombiano in Cina ha commentato così questa iniziativa in una nota: “Auguriamo il meglio a tutti i partecipanti e speriamo che attraverso di loro si conoscano la moda, la qualità e l'innovazione del nostro Paese". 

Flavia Santoro, Presidente di Procolombia, afferma: “La moda colombiana ha diverse caratteristiche che la Cina apprezza, come l'originalità del design, la produzione sostenibile e un’economia circolare. La possibilità di presentare queste collezioni per una settimana in un mercato come la Cina è vitale per le nostre aziende, soprattutto per mantenere vive le esportazioni in un settore che ha tutte le caratteristiche che possono contribuire alla ripresa economica". 

Anche l’Associazione dei China Fashion Designers e gli organizzatori della China Fashion Week hanno espresso il loro entusiasmo auspicando che la vivacità dello spirito sud americano contagi il mercato cinese, in un’edizione che avrà un appeal fortemente internazionale e che ha visto la partecipazione di 64 label provenienti da Paesi come: US, Messico, Corea, Francia e UK (in totale nelle sue 22 edizione la CFW ha ospitato 830 designer e coinvolto oltre 20 Paesi). 

“Dopo aver presentato lo scorso marzo a Singapore con un trunk show la mia nuova collezione, sono stata particolarmente felice di tornare, seppur virtualmente, per la seconda volta in Asia. Appartengo ad una generazione molto digital e spero che, anche in futuro al di là delle necessità contingenti, questi nuovi format siano sempre più sviluppati. Essere stata selezionata per questo progetto ed avere questa nuova occasione di mostrare la collezione a buyer e stampa internazionali a Pechino per me è stato un grande onore. Per noi giovani designer si tratta di opportunità impagabili”, commenta Laura Aparicio. 

Complessivamente, il 2020 ha segnato l’inizio del piano di espansione del brand, che dopo avere presentato le sue collezioni a Milano e Parigi, punta ad un pubblico più internazionale e a rafforzare in parallelo il mercato locale e quello estero. 

Attualmente le collezioni di Laura Aparicio sono distribuite in: Colombia, Regno Unito, Italia e Taiwan ma il marchio mira ad ampliare ulteriormente la sua rete distributiva. 

Redazione Fashion

© 2020 , All rights reserved