Roberta Ferrari (screenshot youtube)
GOSSIP&CELEBRITIES
10.09.2021 - 17:000

Paola Ferrari e le avances poco gradite

La presentatrice, intervistata da "La Reppublica", ha detto di essere stata vittima di attenzioni non corrisposte da parte di colleghi

Le rubriche di fashionchannel.ch: “PEOPLE”, curiosità di moda, alimentazione, cultura, travel, wedding, cinema, tendenze e gossip”

"Non sa quanti! Tutti tentativi, sia chiaro, tutti respinti con perdite. La prima volta ero a Portobello, il mio debutto tv, nel 1977. Enzo Tortora, signore come pochi, mi difese a spada tratta. Chi dice che certe cose non esistono è un ipocrita", ha dichiarato la conduttrice facendo riferimento alle molestie sul posto di lavoro, subite spesso dalle donne.

Parlando di quell'esperienza in televisione ha però ammesso di avere un bellissimo ricordo di quel periodo nonostante le avances non gradite. 

"Beh avevo 16-17 anni, una bambina, ero una delle centraliniste. Facevamo 28 milioni di ascolti, Italia-Inghilterra ne ha fatti 20. Tortora era straordinario. E aveva un senso etico: non ci fece mai mettere la scollatura. Ed era sempre prodigo di consigli", ha affermato.

Quando le è stato chiesto se ha qualche rimpianto dal punto di vista lavorativo, la conduttrice ha risposto: "Dopo essere stata la prima donna a condurre sia ‘90esimo Minuto’ che la ‘Domenica Sportiva’ direi di no. Ecco, magari mi è dispiaciuto non poter condurre un talk show, avere una riconoscibilità maggiore rispetto a quella solo del giornalismo sportivo".

Paola, che alcune settimane fa ha annunciato di voler lasciare la Rai dopo i Mondiali del prossimo anno, ha poi ribadito di non avere nessuna intenzione di fare marcia indietro.

"Credo che non tornerò indietro. Bisogna sapersi reinventare, nella vita, e non farlo troppo tardi, voglio fare tante altre cose", ha concluso.

Redazione Gossip

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved