FASHION/CURIOSITÀ
18.06.2021 - 12:000

A Milano ripartono le sfilate

Revolver Requeen Venexia accoglie i professionisti del B2B nel suo showroom in via Montenapoleone

Le rubriche di fashionchannel.ch: “PEOPLE”, curiosità di moda, alimentazione, cultura, travel, wedding, cinema, tendenze e gossip”

MILANO - Con le riaperture e il ritorno degli eventi in presenza i brand del lusso tornano puntare sugli spazi fisici, progettati per offrire un’esperienza sempre più personalizzata, immersiva e basata sul coinvolgimento dei sensi. Non fa eccezione Revolver Requeen Venexia, il marchio di scarpe di lusso 100% Made in Italy nato meno di due anni fa dalla tradizione calzaturiera della famiglia veneta Baldan, che dal 5 maggio ha riaperto le porte nel proprio showroom di via Montenapoleone 9 a Milano, il Revolver Requeen Hotel, dedicato alla clientela B2B. «Con la ripartenza potenziamo la nostra location milanese, studiata come punto d’incontro tra il brand e i professionisti del settore, nonché come spazio per gli eventi che, speriamo, potranno riprendere al più presto – spiega la brand manager Beatrice Baldan –. Il contatto diretto con i nostri interlocutori è per noi irrinunciabile: anche se il digitale è entrato prepotentemente nel nostro lavoro, per presentare un prodotto, soprattutto se di lusso, occorre mettere al centro l’esperienza fisica e sensoriale. Solo così gli addetti ai lavori saranno a loro volta in grado di trasmettere i valori del brand al consumatore finale».

Il Revolver Requeen Hotel si trova nel cuore del Quadrilatero della Moda. Il progetto è stato curato dall’architetto Matteo Gottardo. Si tratta di un appartamento situato in un palazzo antico dove tra velluto bordeaux, armadi a specchio, arredi lussuosi e boiserie viene rievocato un immaginario ricco di fascino, teatralità e atmosfera d’altri tempi. Si ritrova qui il concept alla base dell’universo di Revolver Requeen, in cui ogni modello di scarpe prende il nome dalle stanze di un immaginario hotel e le Rooms appartengono a diversi Floors, corrispondenti a collezioni caratterizzate da un mood distintivo. «Lo showroom è progettato come un labirinto esperienziale che ruota attorno a una stanza-installazione costruita come se fosse il corridoio di un hotel, con porte finte numerate che sembrano infinite grazie a uno specchio trompe l’oeil – prosegue Baldan –. Continui sono i rimandi all’elemento della chiave, che apre le porte di un mondo parallelo e che ritroviamo come dettaglio iconico nei modelli della linea Secret Floor, impreziositi appunto da un tacco a forma di chiave antica».

Il coinvolgimento di tutti i sensi è fondamentale per veicolare i punti di forza del brand: ogni modello è un vero e proprio gioiello, firmato dal designer Fabio Panzeri e realizzato con materiali di pregio e lavorazioni artigianali. «Sono scarpe che trasmettono fascino e sicurezza di sé, che vanno osservate da vicino e toccate – conferma Baldan –. Ammirandole dal vivo se ne possono apprezzare fino in fondo i dettagli: pompon, nappe, fiocchi, corde intrecciate, trecce e scooby-doo impreziositi da piccoli coni che tintinnano ad ogni passo».

Oltre che per gli addetti ai lavori, il Revolver Requeen Hotel tornerà a essere una vetrina anche per quei clienti B2C che, prima di acquistare un paio di RRV, desiderano concordare un appuntamento per vederle dal vivo, e che potranno successivamente ordinare i modelli preferiti attraverso l’ecommerce dell’azienda.

La riapertura dello showroom di Milano segna per Revolver Requeen Venexia una tappa importante nelle strategie di espansione nazionale e internazionale. Il progetto va di pari passo con l’attenzione alla dimensione digital: Revolver Requeen Venexia ha da poco lanciato una 360° virtual buying experience dedicata al mondo B2B, con uno showroom virtuale interattivo che riprende sempre il concept del Revolver Requeen Hotel.

Sul fronte del retail, invece, nel 2021 il brand rafforzerà la propria posizione sul mercato globale entrando in 30 punti vendita multimarca del lusso tra Europa, Russia, Medio Oriente e Asia. Per il futuro è previsto il rafforzamento della presenza in Europa (area D-A-CH e UK) e progetti per l’ingresso nei retailer USA.

«Il lavoro sulla dimensione digitale e su quella fisica deve procedere di pari passo – conclude Baldan –. Solo integrando questi aspetti possiamo mantenere un rapporto esclusivo con agenti, buyer e distributori in ogni angolo del mondo, riuscendo a portare una realtà emergente come la nostra ad arrivare con forza sui mercati internazionali».

Redazione Fashion

 

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved