(foto di foto di Pål Hansen)
DANZA&BALLETTO
20.01.2021 - 18:000

Il coreografo Wayne McGregor premiato al Prix de Lausanne

Al grande artista britannico sarà assegnato il “Lifetime Achievement Award 2021”

Le rubriche di fashionchannel.ch: “DANZA & BALLETTO” con la Direzione artistica di Michele Olivieri

LOSANNA - Il Prix de Lausanne offrirà il “Lifetime Achievement Award 2021” al celebre coreografo britannico Wayne McGregor. L’artista visionario e poliedrico, acclamato sia in ambienti artistici che accademici, riceverà il premio in diretta su Arte Concert il 6 febbraio 2021.

Ogni anno dal 2017, il Prix de Lausanne in Svizzera, premia un ballerino o un coreografo che ha dato un contributo forte e significativo al mondo della danza. Al di là della statuetta aneddotica per questo premio, lo scopo principale è quello di evidenziare le carriere di personalità e artisti che potrebbero ispirare sia i giovani talenti del concorso che i ballerini affermati che gravitano attorno al Prix de Lausanne. Dopo John Neumeier, Jean-Christophe Maillot, Marcia Haydée e Carolyn Carlson, tocca al coreografo britannico Wayne McGregor ricevere tale riconoscimento realizzato a Losanna.

“Wayne McGregor è un coreografo di danza contemporanea innovativo ed eccezionale. Ha evoluto il concetto di danza nel XXI secolo e mi congratulo con lui per il suo ricco virtuosismo e brillantezza!” (Kathryn Bradney, Direttore artistico ed esecutivo, Prix de Lausanne).

Dopo le finali del premio, il pubblico potrà assistere in tempo reale in streaming alla cerimonia del premio alla carriera per Wayne McGregor, e godersi una retrospettiva dei momenti salienti della sua carriera. Questa presentazione fa parte del programma trasmesso in diretta su Arte Concert dal 1° al 6 febbraio 2021.

Coreografo residente del Royal Ballet di Londra, Direttore e Fondatore dello “Studio Wayne McGregor” e della “Compagnia Wayne McGregor”, e recentemente nominato Direttore della Danza alla Biennale di Venezia, ha lavorato con famose compagnie in tutto il mondo (Opéra National de Paris, Alvin Ailey, New York City Ballet, Bolshoi, Scala, ecc.). Il suo approccio visionario - che mescola arti e tecnologie diverse - lo ha reso un acclamato coreografo nella cultura popolare, dove ha collaborato a produzioni importanti come per i film “Harry Potter e il calice di fuoco”, “La leggenda di Tarzan”, “Maria regina di Scozia” o alla trilogia di “Animali fantastici”, a video musicali (Radiohead, The Chemical Brothers), a sfilate di moda e a campagne pubblicitarie. Il talento di Wayne McGregor è riconosciuto anche nel mondo accademico, dove è professore di coreografia al Trinity Laban Conservatory of Music and Dance e detiene dottorati onorari da quattro università inglesi.

Wayne McGregor ha studiato all’Universit di Leeds e nel 1992 è diventato coreografo residente al The Place di Londra; nello stesso anno ha fondato la sua compagnia la Random Dance (attualmente rinominata Company Wayne McGregor). Negli anni novanta ha lavorato come coreografo e direttore ai movimenti in teatri di primo piano come il National Theatre e l’Old Vic di Londra, e nel 1996 fu candidato al Laurence Olivier Award per le sue coreografie al musical “A Little Night Music” con Judi Dench. Nel 2002 diviene coreografo residente del Sadler’s Welles di Londra, mentre dal 2006 è coreografo residente del Royal Ballet. Nel corso della sua carriera ha coreografato oltre trenta balletti per la sua compagnia e quindici per il Royal Ballet, coreografando lavori anche a livello internazionale al Teatro alla Scala, l’Opéra Garnier, il Balletto di Stoccarda, il New York City Ballet, l’American Ballet Theatre, l’English National Ballet e il Balletto del Boshoi di Mosca. Nel 2009 ha coreografato la Cerimonia di apertura dei campionati mondiali di nuovo. Nello stesso anno ha vinto il Prix Benois de la Danse. Nel 2015 ottiene un grande successo con il suo balletto “Woolf Works”, portato in scena alla Royal Opera House e al Teatro alla Scala, su musiche di Max Richter, e danzato alla prima da Alessandra Ferri con Federico Bonelli, in seguito da Matthew Ball e Natal’ja Osipova, creazione che gli è valsa il “Laurence Olivier Award”. McGregor ha anche diretto alcune opere liriche, tra cui “Didone ed Enea” e “Aci e Galatea”. Nel 2013 è stato insignito dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine dell’Impero Britannico, per i servizi resi alla danza.

A partire dal 2018, il Prix de Lausanne ha la fortuna di annoverare nel proprio repertorio contemporaneo due creazioni (Becomings & Chroma), che sono state offerte generosamente da McGregor.

A cura di Michele Olivieri (Direttore Sezione Danza)

 

 

 

© 2021 , All rights reserved